Chi partecipa al mercato del Forex – luglio 5th, 2017

Per capire il mercato forex, è necessario conoscere chi sia a partecipare agli scambi che avvengono in questo luogo e le loro motivazioni, i principali attori risultano essere: Banche, Riserva delle banche, Fondi Hedge, Operatori individuali e Brokers. Ma vediamoli ora più nel dettaglio analizzandoli singolarmente:

Banche: Le banche costituiscono una grande porzione del fatturato totale. Usano il mercato dei cambi per comprare e vendere valute che sono necessarie per far fronte agli effetti di cambio per i loro clienti, per la copertura o la protezione contro i movimenti di mercato per conto dei loro clienti (per esempio quando un importatore può voler proteggersi contro i movimenti valutari sfavorevoli), come pure come per fini commerciali.

Riserva delle banche: Si tratta di organizzazioni di proprietà del governo che sono responsabili della gestione dell’economia dei loro paesi al fine di fissare i tassi di interesse e possono anche assumere posizioni sui cambi nel tentativo di regolamentare o ammortizzare i tassi di cambio. Alcune di queste sono la Banca d’Inghilterra, la Banca del Giappone, la Federal Reserve e la Reserve Bank of Australia.

Per esempio, la Banca del Giappone potrebbe entrare nel mercato per vendere e comprare Yen giapponese contro l’ Euro se credono che gli Yen giapponesi hanno un prezzo troppo alto rispetto a Euro. Le riserve delle banche di solito sono attive nella propria valuta. Possono far muovere volumi di compravendita molto grandi che possono rapidamente portare a termine significativi movimenti di breve del mercato. Di solito le azioni delle riserve delle banche possono essere facilmente notate quando ci sono picchi improvvisi o cali in una valuta. Inoltre, spesso gestiscono il rilascio delle principali statistiche economiche, informazione attesa dagli operatori di mercato e si traduce in movimenti di prezzo immediato se le statistiche si differenziano dal punto di vista del consenso.

Fondi Hedge: Gli hedge fund sono imprese di investimento professionale che di solito gestiscono fondi in nome di alti investitori facoltosi. Possono investire in una varietà di strumenti finanziari, comprese le valute estere. La loro motivazione è il profitto speculativo per i loro investitori che porta nelle loro tasche un guadagno derivante da una percentuale dei profitti ottenuti.

Operatori individuali: Si tratta di singoli operatori economici, sono sempre più attivi sui mercati del forex poichè è sempre più di facile accesso, attraverso Internet, e sono quindi in crescita le opportunità di realizzare profitti significativi, con un investimento di capitale relativamente basso. Questa fetta di investitori sono spesso senza successo, infatti, circa il 90% degli operatori individuali perdono tutti i loro soldi nelle operazioni sul forex. Le cause di questi fallimenti sono molteplici, spesso non hanno sistemi, non gestiscono bene i rischi del mercato. Inoltre, gli operatori individuali affrontano costi di transazione superiore a quelli sostenuti dagli operatori professionali in quanto non hanno accesso diretto al mercato e devono usare un broker. Non essendo professionisti, non possono guardare il mercato per tutto il tempo, poichè di solito hanno altri impegni come il lavoro o la vita familiare. Questi fattori sono uno svantaggio, ma il vantaggio è che il singolo operatore può scegliere se partecipare al mercato in ogni dato momento.

Brokers: Il broker fornisce l’accesso al mercato del forex ai singoli operatori. Di solito le banche e gli hedge funds hanno accesso diretto al mercato in quanto sono una parte del mercato. Un broker fornirà servizi, software per effettuare ordini e per permettere ai trader di accedere ai prezzi correnti e ai relativi grafici. I brokers ottengono il loro profitto facendo pagare uno spread, una commissione che dipende dalla differenza tra il prezzo d’acquisto e il prezzo di vendita. Ad esempio, per comprare EUR / USD, il prezzo può essere 15/19, il che significa che il broker rende uno spread di 4 punti base.

Tags: , , ,

0 Comments
Posted in Forex

Leave a Reply

Leave a Reply

or chancel



AVVISO DI RISCHIO: IL VOSTRO CAPITALE POTREBBE ESSERE A RISCHIO